Loading

Esclusione, inclusione.

Tu no

Leggiamo sempre più spesso nelle cronache dei giornali,  il racconto di episodi di esclusione, per i quali oggi è in uso la parola  “bullismo” (una volta si diceva semplicamente cattiveria) soprattutto tra adolescenti e preadolescenti. E quando pensiamo alle difficoltà di chi è escluso nella vita sociale quotidiana, isolato, deriso, allontanato, crediamo sia qualcosa che non ci riguarda, che non ci possa toccare. Che non potrà riguardare i nostri figli, i nostri ragazzi: perchè non riusciamo a pensare che esista qualcuno che  possa non volergli bene.

Invece è possile, è un meccanismo subdolo, che anzi, tocca a volte proprio chi ha più qualità, chi è migliore, per invidia, per difesa da parte degli altri. E spesso arriva proprio da chi pensavamo fosse più vicino ai nostri figli, i loro amici. Nessuno è immune.

Lo spettacolo

Per questo la nostra associazione propone questo spettacolo, per adulti e anche per giovani donne e uomini e ragazzi adolescenti, che racconta della solitudine di Mia Martini, del perverso meccanismo di isolamento, di denigrazione, che l’ha portata a vivere in sofferenza gli ultimi anni della sua vita, prima che un arresto cardiaco la portasse via. Brillante vita la sua. Vita di bravura e successo.

Uno spettacolo che cerca di toccare, attraverso le emozioni che il teatro mette in campo, la nostra sensibilità e speriamo anche la sensibilità dei giovani su questo tema.

Emozioni che speriamo siano più efficaci di incontri, seminari lezioni, su bullismo e affini: per sconfiggere questo fenomeno ormai così largo, così diffuso, che trova nuove modalità di esclusione, a partire, oggigiorno, già dalla scuola primaria.

Lo spettacolo si intitola “Ultima Notte Mia”, Mia Martini. Una vita. E’  un monologo interpretato dalla bravissima Erika Urban, liberamente tratto dal romanzo “Mi chiamo…” di Aldo Nove. Regia di Michele De Vita Conti.

Lo spettacolo è stato recentemente messo in scena a New York, nel mese di maggio 2018, nell’ambito della rassegna IN SCENA Italian Theater Festival NY . (Guarda anche la pagina facebook dello spettacolo). Reduce dalla Tournè americana, al rientro in Italia, Erika Urban ha accettato, con nostra grande gioia, di recitare per noi questo piccolo capolavoro di grande sensibilità, nello Spazio Cuoremilano in Via Nirone.

Vi aspettiamo, per sconfiggere insieme l’esclusione e vivere tutti insieme una felice vita di inclusione!

Erika Urban, biografia

Erika Urban veneziana d’origine, vive e lavora a Milano.

E ‘ laureata in scienze politiche e diplomata presso la Scuola del Teatro Stabile di Torino, con la direzione di Luca Ronconi.

In teatro ha lavorato con registi come lo stesso Ronconi , Marco Baliani, Antonio Calenda, Giorgio Barberio Corsetti, Tonino Conte, Giorgio Gallione, Gabriele Lavia e Pierpaolo Sepe .

Nel 2002 vince il premio “Aquilegia blu” come miglior autrice.

E’ protagonista dello spettacolo teatrale ” Ultima notte Mia. Mia Martini. Una vita” scritto da Aldo Nove per la regia di Michele De vita Conti.

Attrice anche per il cinema con Marco Bellocchio, Lucio Pellegrini, Marina Spada e Peter Geenaway; in televisione lavora con Marco Turco, Riccardo Donna e Stefano Sollima.

Nel 2001 vince il premio come miglior attrice per il festival di Pisticci per il cortometraggio ” La colazione di Elena la Ferla”.

Qui la recensione del libro di Aldo Nove, “Mi chiamo … ” nel sito dell’editore Skira.

Puoi guardare  l’intervista a Erika Urban, che racconta lo spettacolo, recentemente messo in scena a New York.

Prenota

Per prenotazioni o maggiori informazioni, compila il Format online, invia una mail a info@cuoremilano.org o chiama al numero 336 44 44 48.

    Leave a Reply

    dona